Ultime opinioni a confronto



  • You Can

    You Can

    di Maria Piscitelli | del 09/05/2017
    Domenica 7 maggio 2017 si è svolto alla scuola Città Pestalozzi il 12° Seminario nazionale sul curricolo verticale del Cidi di Firenze. La giornata è stata intensa e gratificante per cui vorrei calorosamente ringraziare coloro che vi hanno partecipato. Eravamo, come sempre, tanti (300) a testimoniare la passione e l'impegno per la costruzione della "nostra" buona scuola. I presenti provenivano prevalentemente dalla Toscana, iscritti al Cidi e non, comunque in gran parte incontrati dalla nostra associazione...
    continua
  • Giù le mani dalle Indicazioni Nazionali

    Giù le mani dalle Indicazioni Nazionali

    di Giuseppe Bagni | del 08/02/2017
    Si segnala l'importante Documento scritto dal Presidente nazionale del Cidi in risposta alla lettera-appello del gruppo dei 600.Alla Ministra dell’Istruzione e della Ricerca Il problema delle competenze linguistiche inadeguate sollevato dal gruppo dei 600, deriva da una politica ministeriale sulla formazione in servizio che non è stata mai centrata sugli aspetti fondamentali della riqualificazione del fare scuola reale, quali quelli di garantire competenze linguistiche...
    continua
  • "Le avventure di Girolama e Calimero” di Maria Rosa Giannalia

    di Maria Piscitelli | del 25/11/2016
    Il progetto di scrivere “Le avventure di Girolama e di Calimero” è nato, come afferma l’autrice, per caso “mentre passeggiavo nel parco con la mia nipotina Rebecca parlando con lei, rispondendo alle sue domande, e spesso, inventando risposte per lei plausibili. E anche a casa, nelle giornate ventose quando lei ed io ci facevamo compagnia inventando tante avventure di una piccola protagonista alla quale abbiamo voluto dare un nome-parlante: Girolama”.   Un racconto autobiografico quindi in cui la scrittrice, condotta per mano dalla sua nipotina, entra in punta...
    continua
  • Apprendere ai tempi di Internet: una sfida?

    Apprendere ai tempi di Internet: una sfida?

    di Maria Rosa Giannalia | del 18/10/2016
    Che l’apprendimento sia ormai per buona parte sganciato  dai luoghi istituzionali di riferimento,  imprescindibili per la mia  generazione , è un fatto assodato. Non si fa che ripetere questo concetto ad ogni occasione ufficiale e no, nei libri dedicati alla formazione dei docenti come anche nelle trasmissioni televisive , nei giornali divulgativi e in quelli di massa, perfino nei rotocalchi. La scuola ha preso atto di ciò già da molto tempo, tanto è vero che quelle che fino a venti anni fa, nelle riviste specializzate, erano indicate con l’espressione nuove...
    continua